Просим Ваших молитв! О здравии: Святейшего Патриарха Кирилла, митрополитов Пантелеимона, Исидора, Игнатия, Кирилла, Викентия, Даниила, Георгия, Иосифа, Филарета, Александра, Феодосия, архиепископов Евгения, Зосимы, Марка, епископов Максима, Тихона, Сергия, Германа, Феогноста, схиархимандрита Илия архимандрита Олега, игумена Стефания, протоиереев Александра, Александра, Димитрия и Георгия, иеромонахов Иоанна Михаила и Диомида, иереев Вячеслава, Андрея, Андрея, рабов Божиих Тамары, Андрея, Александра, Александры, Ксении, Костаса, Елизаветы, Антония, Георгия, Елены, Валерия, Екатерины, Георгия, Екатерины, Наталии, Людмилы, Константина, Юрия, Валентины, Василия, Екатерины, Татианы, Василия, Екатерины, Димитрия, Татианы, Елены, Ольги, Николая, Никиты, Анны, Надежды, Елизаветы, Алексея, Наталии, Андрея, Николая, Михаила, Николая, Лидии, Георгия, Александра, Николая, Николая, Михаила, Андрея, Пантелеимона, Павла, Елизаветы, Марии, Никиты, Илии, Татианы, Петра, Георгия, Бориса, Сергия, Сергия, Александра, Николая, Николая со братией. Об упокоении душ рабов Божиих: Юрия, Галины, Александра, Татьяны, Валентины, Димитрия, Евдокии, Леонида, Анны, Александры, Анны, Татьяны, Василия, Иоанна, Димитрия, Татьяны, Леонида, Димитрия, Веры, Ларисы, Ксении, Якова, Василия, Пелагии, Варвары, Димитрия, Григория, Иоанна, Параскевы, Георгия, Андрея, Надежды, Иоанна, Владимира, Георгия, Елены, Екатерины, Елисея, Матвея, Татьяны, Иоанна, Тараса, Степана, Михаила, Герасима, Григория, Емельяна, Поликарпа, Филиппа, Панфила, Андрея, Анны, Николая, Агапа, Евстрата, Сергия, Аскольда, Марии, Надежды, Константина, Олимпиады, Анны, Марии, Клавдии, Петра, Леонида, Димитрия, Николая, Александра, Андриана, Димитрия, Марии, Тимофея, Григория, Ефросиньи, Иоанна, Ирины, Михаила, новопреставленных Германа и Александра и всех их прародителей и усопших сродников до праотца Ноя.
Informazioni sulla Fondazione
Programmi della Fondazione
Biblioteca della Fondazione
Медиатека Фонда
Russian (CIS)English (United Kingdom)Deutsch (DE-CH-AT)Italian - ItalyGreek

Le reliquie di San Nicola della Diocesi di Stavropol

Regione di Stavropol • 1-29 giugno 2012

Con la benedizione di Sua Eminenza Kirill, vescovo di Stavropol e Nevinnomyssk, il 1° giugno, è arrivato sul territorio Stavropol, il prezioso sacrario contenente una particella delle reliquie di San Nicola Taumaturgo, uno dei santi più venerati in Russia e in tutto il mondo.

La particella delle reliquie è stata trasportata a Stavropol dai collaboratori della Fondazione di beneficenza di San Nicola Taumaturgo nell'ambito di un programma di beneficenza interno alla Russia.

L'accoglienza delle reliquie di San Nicola a Stavropol.

All’aeroporto di Stavropol, l'arca contenente il sacrario e stata accolta dal Governatore Valerij Zerenkov, dal capo ad interim dell’amministrazione di Stavropol Andrej Dzhatdoev, dai deputati della Duma regionale, dai i rappresentanti dei cosacchi e dal clero della la diocesi di Stavropol e Nevinnomyssk.

Le reliquie nella Cattedrale di Stavropol dedicata alla Madre di Dio rappresentanta nell'icona di Kazan'.

I rappresentanti della Fondazione di beneficenza di San Nicola Taumaturgo hanno consegnato l'arca contenente la particella delle reliquie al clero e, cont tutti i presenti, hanno venerato le reliquie del Santo. L'arca è stata successivamente portata nella Cattedrale di Stavropol, dedicata alla Madre di Dio rappresentanta nell'icona di Kazan. Nei 10 giorni successivi, la cattedrale è diventata il luogo più visitato della regione: tutti i giorni dalle 8 am alle 8 pm un flusso interminabile di persone si è diretto da Stavropol verso il santuario. La sicurezza nella zona è stata garantita dai cosacchi e della polizia di Stavropol, che hanno tutelato per ben 24 ore consecutive l’ordine pubblico nella zona durante il pellegrinaggio.

Saluto del Governatore della Regione di Stavropol Valerij Zerenkov.

Nella capitale di Stavropol le reliquie sono state ospitate sino al 10 giugno, dopo di che sono state portate nelle altre chiese della diocesi di Stavropol e Nevinnomyssk. Gli abitanti del villaggio Divnoe, della città di Svetlograd, Mikhailovsk, Nevinnomyssk, Georgievsk, Zelenokumsk, Budennovsk hanno avuto la possibilità di inchinarsi dinanzi al santuario.

Mikhail Chepel, Direttore Generale della Fondazione
di beneficenza di San Nicola Taumaturgo.

L'ultima tappa del cammino dell'arca a Stavropol - la Chiesa del Santo Beato Sergio di Radonezh a Neftekumsk, dove le reliquie di San Nicola Taumaturgo sono rimaste sino al 29 giugno.

Gli abitanti ortodossi della Regione hanno inteso l'arrivo del santuario alla vigilia di una grande festa come la Santissima Trinità, un dono spirituale molto prezioso.

I fedeli davanti ad un'icona di San Nicola nella Cattedrale di Kazan a Stavropol.

I viaggi missionari nelle regioni russe con la particella delle reliquie sono stati realizzati con la benedizione degli stareti del Monte Athos e dei vescovi della Chiesa ortodossa russa sin dal 2009. L'arca ha già compiuto un viaggio in Kamchatka, a Sakhalin, nelle Isole Curili e in quelle del Commodoro, i lungo i percorsi del Mare del Nord, sui fiumi Ob e Irtysh, ed è stata portata nelle parrocchie di Maikop e Adyghea, nella diocesi de Ekaterinodar e Kuban. Come ha sottolineato il Direttore Generale della Fondazione di beneficenza di San Nicola Taumaturgo Mikhail Ivanovich Chepel, il santuario è stato portato grazie alla cura pastorale del vescovo di Stavropol e Nevinomyssk Kirill per i fedeli.

Il contatto con le reliquie.