Просим Ваших молитв! О здравии: Святейшего Патриарха Кирилла, митрополитов Пантелеимона, Исидора, Игнатия, Кирилла, Викентия, Даниила, Георгия, Иосифа, Филарета, Александра, Феодосия, архиепископов Евгения, Зосимы, Марка, епископов Максима, Тихона, Сергия, Германа, Феогноста, схиархимандрита Илия архимандрита Олега, игумена Стефания, протоиереев Александра, Александра, Димитрия и Георгия, иеромонахов Иоанна Михаила и Диомида, иереев Вячеслава, Андрея, Андрея, рабов Божиих Тамары, Андрея, Александра, Александры, Ксении, Костаса, Елизаветы, Антония, Георгия, Елены, Валерия, Екатерины, Георгия, Екатерины, Наталии, Людмилы, Константина, Юрия, Валентины, Василия, Екатерины, Татианы, Василия, Екатерины, Димитрия, Татианы, Елены, Ольги, Николая, Никиты, Анны, Надежды, Елизаветы, Алексея, Наталии, Андрея, Николая, Михаила, Николая, Лидии, Георгия, Александра, Николая, Николая, Михаила, Андрея, Пантелеимона, Павла, Елизаветы, Марии, Никиты, Илии, Татианы, Петра, Георгия, Бориса, Сергия, Сергия, Александра, Николая, Николая со братией. Об упокоении душ рабов Божиих: Юрия, Галины, Александра, Татьяны, Валентины, Димитрия, Евдокии, Леонида, Анны, Александры, Анны, Татьяны, Василия, Иоанна, Димитрия, Татьяны, Леонида, Димитрия, Веры, Ларисы, Ксении, Якова, Василия, Пелагии, Варвары, Димитрия, Григория, Иоанна, Параскевы, Георгия, Андрея, Надежды, Иоанна, Владимира, Георгия, Елены, Екатерины, Елисея, Матвея, Татьяны, Иоанна, Тараса, Степана, Михаила, Герасима, Григория, Емельяна, Поликарпа, Филиппа, Панфила, Андрея, Анны, Николая, Агапа, Евстрата, Сергия, Аскольда, Марии, Надежды, Константина, Олимпиады, Анны, Марии, Клавдии, Петра, Леонида, Димитрия, Николая, Александра, Андриана, Димитрия, Марии, Тимофея, Григория, Ефросиньи, Иоанна, Ирины, Михаила, новопреставленных Германа и Александра и всех их прародителей и усопших сродников до праотца Ноя.
Informazioni sulla Fondazione
Programmi della Fondazione
Biblioteca della Fondazione
Медиатека Фонда
Russian (CIS)English (United Kingdom)Deutsch (DE-CH-AT)Italian - ItalyGreek

Le reliquie di San Nicola nella Regione di Altai

15 luglio - 12 agosto 2012

Con la benedizione di Sua Santità il Patriarca di Mosca e di Tutta la Russia Kirill, si è tenuta una spedizione missionaria congiunta tra la diocesi di Barnaul e Altai della Chiesa russa ortodossa e la Fondazione di beneficenza di San Nicola Taumaturgo sul territorio della Repubblica di Altai. La spedizione è stata effettuata nell'ambito del progetto che prevedeva il trasporto dell'arca contenente una particella delle reliquie di San Nicola Taumaturgo sui grandi fiumi della Russia, nelle sue zone periferiche e lungo le frontiere.

Nel territorio di Altai il santuario è stato accolto dal vescovo di Altai e Barnaul Sua Santità Maxim, che ha celebrato un momento di preghiera presso la Cattedrale di Barnaul e contestualmente benedetto i futuri peregrinaggi dell'arca lungo il percorso approvato dal Patriarca.

 

Nel periodo compreso tra il 15 luglio e il 12 agosto, questo grande santuario ortodosso è transitato nelle 20 chiese ortodosse e nelle 18 colonie di Altai, compiendo più di tremila chilometri di strade lungo il predetto territorio. Sono state altresì visitate visitato le unità militari e le prigioni che insistono sul territorio della diocesi. Secondo i dati della diocesi di Barnaul e Altai, grazie a questo progetto, circa 130.000 fedeli ortodossi hanno potuto venerare le reliquie di San Nicola Taumaturgo e chiedere l'aiuto del Santo più venerato in Russia.

In ogni chiesa dove è stato portato il santuario si sono celebrate cerimonie solenni, e lasciata la possibilità, durante tutto il giorno e tutta la notte, ai parrocchiani e pellegrini dalle altre parrocchie di pregare alla presenza delle reliquie. In ogni sede parrocchiale sono state organizzate processioni delle reliquie e, in alcune grandi città questo santuario ha compiuto un giro per le strade principali e intorno alla città, accompagnato dalla lettura e dalle preghiere a San Nicola Taumaturgo. Con arrivo del santuario in alcune aree di Altai sono incominciate intense piogge che hanno dato sollievo alle persone e alla terra, dopo un’ondata di caldo senza precedenti per questo territorio.

In precedenza, il santuario contentene una particella delle reliquie di San Nicola Taumaturgo è stato portato nelle parrocchie ortodosse della Kamchatka, Sakhalin e delle isole Curili, via mare, lungo i confini settentrionali e orientali dello Stato, per poi convergere nelle diocesi di Ekaterinodar e Kuban, Maikop e Adyghea, Stavropol, Pyatigorsk, tutte appartenenti alla Chiesa ortodossa russa. Molte centinaia di migliaia di cristiani ortodossi hanno potuto associarsi alla grazia di questo Santo, “servo di Dio”, rafforzandosi così nella fede e nello spirito.

Al termine del programma missionario in Altai il santuario è tornato a Mosca per continuare la sua processione ai limiti dell'ortodossia russa.